Follow Us

sabato 23 febbraio 2013

Un popolo e la sua libertà..


Ciao a tutti :-), eccoci di nuovo con un nuovo appuntamento con "La Valigia SottoSopra". Oggi voglio parlarvi di uno dei monumenti che più mi ha affascinato nella meravigliosa città di Berlino! Una città che ancora racchiude in se tanti anni di storia, una storia che si può ancora percepire nell'aria..osservando soprattutto lo sguardo e i volti dei tanti tedeschi che gremiscono le piazze e le vie della città. Il monumento in questione è il muro di Berlino, simbolo di una divisione così crudele in un periodo difficile come quello della Guerra Fredda. Una divisione che contrapponeva da una parte l'Unione Sovietica e dall'altra gli USA. Da molti considerato il muro della morte, venne eretto nel 1961 davanti agli occhi esterrefatti dei cittadini che non potevano credere ai loro occhi: dividere in questo modo un popolo fu una cosa spregevole. 



La caduta del muro, nel 1989, venne considerata da molti una liberazione, il popolo tedesco che finalmente riacquistava quella libertà che gli era stata negata in modo ingiusto da un giorno all'altro. 
Oggi di questo muro, che ha segnato la storia dei nostri tempi, resta ben poco. Di quei 103 km di cemento e filo spinato, ne restano "soltanto" 1,3 km: la East Side Gallery (il maggior tracciato rimasto del muro), interamente ricoperta da graffiti eseguiti nel corso degli anni da diversi artisti, tema principale di essi è la pace, la libertà o comunque temi inerenti alla fine della guerra fredda. E' la più lunga galleria d'arte all'aperto del mondo, si trova in Muhlenstrasse (ex Berlino est).


Vedere e osservare il muro in tutta la sua grandezza fa riflettere, è come osservare un pezzo di storia che ne ha viste di mille colori nel corso degli anni..potrebbe raccontare a chiunque le tante storie che si sono susseguite a ridosso di esso: la speranza di libertà, gli amori separati da un pò di cemento, individui che a costo della vita avrebbero fatto qualunque cosa pur di scavalcarlo. 



Uno dei graffiti che più mi ha colpito è quello raffigurante il bacio tra Honecker e Breznev, che ben presto divenne il simbolo della guerra fredda. 
Sopra il graffito vi è una frase scritta in cirillico: 
"Mio Dio! Aiutami a sopravvivere a questo amore letale"
"Bacio Fraterno" di Dimitri Vrubel


«Questa città come molte altre conosce il sogno della Libertà. Le persone del mondo devono guardare Berlino, dove il muro è caduto e dove la storia ha provato che non c'è una sfida che non si può combattere per il mondo unito»
Barack Obama, 2004




Il muro di Berlino racconta la storia di un popolo che si è visto privare della propria libertà, racconta di come qualunque popolo possa lottare per avere la democrazia e di come i regimi totalitari si possano sopprimere, quindi la sua caduta non può che essere un motivo per molti paesi per ottenere quella democrazia che gli è stata negata.  
Per visitare la East Side Gallery, consiglio di andare sul sito: East Side Gallery per ottenere qualunque informazione.
Inoltre la fermata della metro più vicina è Warschauer Strasse.

A presto :-) 

11 commenti:

  1. Mai stata a Berlina e penso che la vista di quel che rimane del muro dev'essere molto emozionante.
    Me lo ricordo benissimo quel'89.. Fra poco più di un mese in Romania crollava il regime comunista. Un anno da ricordare.
    Bentrovato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :-), Berlino è una città moderna ma allo stesso tempo guardare ciò che resta del muro ti fa tornare indietro nel tempo.
      Federico

      Elimina
    2. :))) Avrai capito sicuramente che volevo dire Berlino e non Berlina!

      Elimina
  2. Sono stata a Berlino! La città è meravigliosa e sicuramente l'East Side Gallery, ovvero il muro di Berlino, è uno dei MONUMENTI più belli della città. Presto pubblicherò anch'io un post dedicato al muro.
    Complimenti per il tuo blog e per le parole utilizzate! :)
    Un abbraccio! Ti seguo!

    http://pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Manuela! :) a me l'East side Gallery mi ha veramente colpito, aspetto il tuo post sul muro!
      Un saluto
      Federico

      Elimina
  3. ciao Federico! bel blog complimenti! anche io ho visitato Berlino e queste tue foto rendono perfettamente ciò che si prova a visitare l'East Side Gallery! bravo!

    sabrina
    http://mycherrytreehouse.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. Grazie mille Sabrina :) sono davvero contento che le foto trasmettano ciò che si prova a visitare un pezzo di storia passata!
    Un saluto
    Federico

    RispondiElimina
  5. Federico, Berlino è fantastica! Ci sono stata a Dicembre e me ne sono innamorata! E credo che il muro sia forse ciò che più rappresenta la città.. ma hai letto del probabile abbattimento dell'east side gallery per la costruzione di appartamenti di lusso? è una vergogna!

    http://pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non l'ho sentito Manuela..e penso che sia veramente un peccato abbatterlo, una vera vergogna..per il semplice fatto che è il monumento che rappresenta questa bellissima città!

      Elimina
  6. berlino la chiamerei la città dove il passato è ancora il presente, una città bellissima. bel post complimenti

    RispondiElimina

Fammi sapere cosa ne pensi..
E' sempre importante l'opinione di chi mi legge :)

Ultimi Post