Follow Us

lunedì 4 marzo 2013

La Basilica di Montmartre

Scendere alla stazione della metro Anvers è un pò come tornare indietro nel tempo, perché tra vie e viottoli si entra in una Parigi diversa, una Parigi dove si può ancora respirare la vita bohémien, dove ogni cosa ti fa pensare al passato. A Montmartre (zona più alta di Parigi) sembra ieri che nei più antichi café sedettero grandi artisti, magari sorseggiando un caffè, in cerca di quella ispirazione che prima o poi arrivava. Pensare che quelle vie sono state percorse da grandi poeti fa un certo effetto, parliamo di Baudeleire, Verlaine o pittori come  Toulouse-Lautrec, tutti artisti che nell'800 furono dediti al piacere e alla vita notturna (infatti gli artisti del tempo erano grandi amanti dell'assenzio!).  La Butte di Montmartre è il luogo dove ebbe inizio nel 1871, i cento giorni eroici della Comune (primo tentativo di governo della classe operaia), ma di questo parleremo un'altra volta! Incamminandosi verso Rue de Steinkerque tra una boulangerie e una patisserie, tra i tanti turisti che percorrono strade e stradine per fare una foto, per comprare qualche souvenir o soltanto per ammirare la bellezza di questo luogo, si nota sulla collina a nord di Parigi una Basilica di colore bianco che  domina tutto ciò intorno a lei: 
la basilique du Sacré-Coeur

basilique du Sacré-Cœur


La prima pietra venne posta nel 1875, e venne consacrata nel 1919. La nascita della basilica è un po' particolare, infatti il luogo esatto di dove venne edificata è associato alla decapitazione del patrono della città: Saint Denis, il quale secondo la leggenda dopo essere stato decapitato, si alzò, prese la sua testa che lavò in una fontana e percorse circa 6 km a piedi con la testa in mano fino ad arrivare dove oggi sorge la basilica di Saint Denis. 
La bellezza del Sacré-Coeur risiede tutta nella facciata, infatti il materiale esterno è caratterizzato dalla pietra Chateau-Landon: un travertino resistente al gelo e che diventa ancora di più bianco al contatto con la pioggia. Per raggiungerla si possono salire i gradini attraversando i meravigliosi giardini, oppure si può prendere la funicolare che porta fino in cima (se avete acquistato l'abbonamento per la metro, la funicolare è compresa nel prezzo)!





Per quanto riguarda l'interno, ha la campana più grande di tutta la Francia: la Savoiarda (pesa 19 tonnellate e per portarla fino alla sommità di Montmartre furono necessari 28 cavalli). Il panorama che si gode dalla cima della collina è meraviglioso, infatti quando il cielo e sereno si può vedere fino a 50 km! Se a tutto ciò si aggiunge una bella nevicata inaspettata, allora la vista fantastica con i tetti innevati della città ti ripaga della fatica :)!





E' uno dei luoghi di Parigi che più mi ha impressionato: la Basilica che domina la collina, simbolo del cattolicesimo, che si contrappone alla vita fatta di piaceri da parte degli artisti dell'800. E' proprio ciò che rende questo quartiere di Parigi uno dei più affascinanti dell'intera città, e una visita sulla Butte di Montmartre è d'obbligo, non solo per il panorama ma anche per i bistrot, per le patisserie e per i negozi vintage che popolano le piccole vie di questo quartiere.
Infatti percorrendo Rue de Steinkerque, al n. 8, consiglio di fermarsi presso "La Cure Gourmande" dove vendono biscotti di tutti i tipi, veramente buoni!
Per qualsiasi informazione, visitare: www.la-cure-gourmande.fr



A presto! :)
Federico

6 commenti:

  1. Parigi è una città che adoro, in cui ritornerei milioni di volte.
    Montmartre è stupenda...
    Complimenti per le foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Ilaria! :) soprattutto Montmartre ha qualcosa di veramente fantastico!

      Elimina
  2. Bel post! E la neve... rende tutto più affascinante, no? :)
    Un abbraccio

    http://pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Di recente io e il mio ragazzo ci siamo concessi un last minute a Parigi ed è stata una delle esperienze più intense e romantiche della mia vita.
    Grazie per le emozioni che mi hai fatto rivivere
    Bianca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bianca, sono felice di averti fatto rivivere una bellissima esperienza :) grazie di essere passata! Un saluto

      Elimina

Fammi sapere cosa ne pensi..
E' sempre importante l'opinione di chi mi legge :)

Ultimi Post