Follow Us

giovedì 9 maggio 2013

La Montmartre Autentica..

Esiste una Montmartre tipicamente turistica, esiste una Montmartre che a prima vista potrebbe sembrare un classico quartiere di periferia, esiste una Montmartre che sì, è quello che ho appena detto, ma è anche molto altro. Scendendo alla stazione della metro Anvers si respira un'aria diversa, come se ci fosse un confine valicabile tra Parigi e Montmartre. La storia ci insegna che la Butte de Montmartre all'inizio dei tempi non veniva molto considerata: collocata fuori dalle mura della città, era solo una grande distesa di terreni dove c'era una grande produzione di vino per la presenza di vigne. Nel corso del tempo assunse sempre di più una maggiore importanza, anche perché durante il periodo della Belle Epoque qui si svolgeva la vita bohémien, tipica degli artisti che non venivano compresi dalla società.

En: There is a typical tourist Montmartre, there is a Montmartre that may be a classic suburban neighborhood, this is Montmartre but also much more.
You breath a different air getting off at the metro station Anvers,  as if there is a boundary crossable between Paris and Montmartre. History teaches that Montmartre beginning of time wasn't considered: outside the walls of the city, it was a large expanse of land where there was a large wine production for the presence of vineyards.  During the Belle Epoque Montmartre became very important for the bohémien life typical of artists such as poets, painters, musicians or actors. 




Nella Montmartre più turistica, la prima cosa che viene in mente è il Moulin Rouge (fermata metro Blanche), uno dei locali più famosi di Parigi. Oggi assistere ad un spettacolo non è poi così economico: i prezzi si aggirano tra i 100 e i 200€!

En: The most famous local of Paris is Moulin Rouge (metro station: Blanche), its symbol is the mill. Today see a show is not economic: prices are included between 100€ and 200€.



Lasciamo la zona di Pigalle e addentriamoci percorrendo rue Lepic, a metà strada vedrete il Cafè des Deux Moulins dove lavorava come barista Amelie, protagonista del film "Il favoloso mondo di Amelie".

En: Going through rue Lepic, halfway you will see "Cafè des Deux Moulins" where Amelie worked as a bartender. Amelie is the protagonist of film "The fabulous world of Amelie".


Nel XVII e XVIII secolo a Montmartre c'erano molti mulini dove si macinava la farina, oggi ne rimangono solo due: Moulin Blute-Fin e Moulin Radet (che oggi ospita un ristorante).

En: In the XVII and XVIII century, in Montmartre there were many mills used to grind flour. Today there are only two mills: Moulin Blute-Fin and Moulin Radet (now a restaurant).


Camminando per queste vie così appartate, che quasi ti intimano di fare silenzio, è come se il tempo si fosse fermato. Tutto sembra ricoperto da un'aria di mistero, queste vie possono raccontare anni e anni di storia.

En: Everything seems to be covered by an air of mystery walking through these streets so secluded. These streets can tell years of history.


A fare da padrona è la Basilica di Montmartre, che sovrasta ogni edificio, ogni palazzo. 
Si intravede da ogni angolo, da ogni via.
La basilica è il simbolo autentico di questa zona.

En: The Basilica of Montmartre rises above each building. 
It can be seen from every part.
The basilica is the true symbol of this area.


L'ultima vigna di Montmartre..
The last vineyard of Montmartre..


Montmartre è un piccolo gioiello, nelle tante vie che la percorrono si scopre sempre qualcosa di nuovo, qualcosa di caratteristico, che rende la rende magica!
Per esempio a Place des Abbesses, vicino la chiesa del Sacro Cuore, si trova un muro molto particolare: Le mur de je t'aime
L'opera realizzata da Frédéric Baron et Claire Kito raccoglie 311 dichiarazioni scritte in 250 lingue. E' un luogo sicuramente da fotografare.

Montmartre is a a little gem, in fact we discover something new always. For example at the Place des Abbesses there is a very special wall: Le mur de je t'aime.
The work was carried out by Frédéric Baron et Claire Kito and collects 311 declarations of love written in 250 languages. It's a site to photograph.


Consiglio di soggiornare all'Hotel Regyn's Montmartre. E' un caratteristico hotel situato proprio a Place des Abbesses, vicino la metro e ottime boulangerie! E' abbastanza economico e consigliato per fare un weekend a Parigi!

En: I recommend staying at the Hotel Regyn's Montmartre. It's a characteristic hotel located in Place des Abbesses, near the metro and excellent boulangerie! It's economic and recommended for a weekend in Paris!

See you soon :)
Federico










28 commenti:

  1. Uno dei miei quartieri preferiti assieme al Marais, ci ho passato per due volte un'intera giornata, compreso il cimitero e il museo, che meraviglia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece io il Marais non l'ho visitato molto bene, infatti mi devo assolutamente rifare..chi sento ne parla benissimo del Marais!

      Elimina
  2. Che bei ricordi che mi fai tornare in mente! Un ambiente tranquillo e molto particolare, anche se molto frequentato non solo dai turisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene Andrea: un ambiente tranquillo e molto particolare :)

      Elimina
  3. ciao Federico! è la zona che ho preferito di più a Parigi!! le tue foto mi hanno fatto venire in mente tantissimi ricordi :D

    un bacione
    sabrina

    http://mycherrytreehouse.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabrina, infatti è la zona secondo me più bella :)

      Elimina
  4. Io purtroppo ci sono andata di domenica pomeriggio ed era una bolgia infernale di turisti. Me lo sono quasi goduto più adesso nel tuo post che ha saputo trasmettere quell'aria di campagna che aveva in origine la collina di Montmartre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima volta pure io ci andai di domenica, ma probabilmente causa neve non ho trovato nessuno, sembrava un luogo abbandonato da tempo; la seconda volta invece trovai molti turisti..ma girando per le piccole vie mi sono accorto che la maggior parte dei turisti si fermano alla Basilica e non vanno oltre! Invece il bello di questa collina è quello di visitare l'interno..:) ciao Paola!

      Elimina
  5. Bellissimo, mi hai riportato in luoghi che amo tanto!
    E complimenti per le tue foto, sono veramente notevoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :) le foto raccontano le mie esperienze di viaggio..e secondo me sono il mezzo più potente per trasmettere qualcosa!

      Elimina
  6. Le tue foto catturano proprio l'essenza di ciò che vuoi raccontarci.
    Il mulino non rouge è bellissimo :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Miki ;) peccato che il vero mulino è andato bruciato!

      Elimina
  7. Ciao Federico.

    Inizio ringraziandoti per la visita ed il commento sul mio blog. Arrivare sulle tue pagine e trovare un post sulla città che più amo (al pari, forse, di Roma) è stata una piacevolissima sorpresa. Il tempo uggioso è simile a quello che mi ha accompagnato per buona parte della via ultima visita, quindi riaffiorano ricordi piacevoli.

    Ho fatto un giro veloce sui post precedenti e, inviato questo commento, andrò a godermi le foto relative ai tuoi viaggi.

    Al prossimo viaggio :)
    Flavio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Flavio! Grazie mille per essere passato di qua :) anche per me Parigi e Roma sono due città bellissime!..se solo a Parigi ci fosse il clima che abbiamo qua in Italia sarebbe perfetto! Ah dimenticavo, complimenti per le tue foto..sono veramente belle! Alla prossima :)

      Elimina
  8. Direi che già leggere il muro è impresa...molto bella e particolare. Il resto delle immagini e le tue descrizioni si avvince che ne sei entusiasta e hai trasmesso questo anche a me. Sarebbe bello poterci andare ....mai dire mai!!! Il nostro amico di famiglia, lupo solitario, ci ritorna una/due volte all'anno per rivedere i posti che gli ricordano anche la sua giovinezza e per fortuna sono migliorati ma non cambiati. Bella la Maison Rose ed il Moulin Rouge che solo a vedere evoca i balletti mito di un epoca.
    Bravo e grazie di questa bella carrellata d'immagini e descrizioni.
    Buon settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti il muro ti disorienta, perdi dai 3 ai 5 minuti solo per decifrare le scritte! Sono felice di aver trasmesso il mio entusiasmo :) ..grazie a te! Un saluto

      Elimina
  9. sempre stata la mia città preferita :)) con la nebbia così è ancora più romantica! complimenti belle foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andrea! :)oltre a renderla più romantica la nebbia, secondo me, le da un forte senso di mistero..

      Elimina
  10. Che bello..ci sono stata proprio un anno fa ed avevamno preso un appartamentino proprio da quelle parti, in Rue Veron, mi ha colpito tantissimo la quantità di verde che ancora c'è ed in cui sono immersi dei villini che sembrano parte di un quadro, per non parlare delle scale ed il saliscendi continuo..bellissima come anche tutta Parigi..
    Torno presto, anche perché non riesco ad iscrivermi fra i tuoi followers...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! E' uno dei luoghi che più mi è piaciuto di Parigi! Fa tornare indietro nel tempo ;)
      Strano che non ti fa iscrivere tra i miei followers..google alle volte da i numeri!
      Un saluto :)

      Elimina
  11. Grazie stupendo il tuo blog e bellisssime inquadrature. MI hai ricordato il mio viaggio in Francia dieci anni fa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Mauro! :) E' sempre un piacere far ricordare i propri viaggi a chi mi legge ;)

      Elimina
  12. Bellissimo post. Mi è sembrato di camminare nuovamente a Montmartre...tra le viuzze che si snodano dietro Sacré Coeur

    RispondiElimina

Fammi sapere cosa ne pensi..
E' sempre importante l'opinione di chi mi legge :)

Ultimi Post