Follow Us

giovedì 18 dicembre 2014

Villa d'Este: Patrimonio dell'Umanità

Esistono luoghi e siti da visitare in ogni angolo dell'Italia e quando si ha la fortuna di averli a pochi km non si può non andare. Ultimamente, infatti, ho avuto l'occasione di visitare Villa d'Este, vicino Tivoli. A dirla tutta non avevo mai visitato questa villa, anche se tutti me ne parlavano molto bene. Spinto dalla curiosità non ci ho pensato due volte e devo dire che ne è valsa la pena. Villa d'Este è una capolavoro del Rinascimento italiano e Patrimonio dell'Umanità, progettata nel XVI secolo è una bellezza senza eguali ed è proprio la sua caratteristica, ovvero le fontane con i loro getti d'acqua, a renderla unica nel suo genere. 
Panorama da Villa d'Este

sabato 6 dicembre 2014

Venezia è Unica

Dopo tanto tempo, finalmente, trovo l'occasione (e il tempo) di scrivere sul blog. Ultimamente i troppi impegni mi hanno risucchiato, non mi sono fermato un secondo e a fine giornata pensavo sempre al blog: amo questo piccolo spazio perché mi permette non solo di farvi conoscere i luoghi che visito (e visiterò), ma anche perché lo considero una valvola di sfogo. Per questo motivo mi sono ripromesso di trovare più tempo per scrivere e continuare questo percorso che ho intrapreso circa un anno e mezzo fa (quasi due) e che mi ha fatto maturare sotto molti punti di vista :)

sabato 4 ottobre 2014

Il Bryggen: Patrimonio dell'Umanità..


Quando leggo una rivista e mi imbatto nella parola "Bryggen", oppure sentendola semplicemente alla televisione, non può che tornarmi in mente Bergen e la Norvegia. 
Di Bergen ho già parlato in un altro post, soffermandomi sulla bellezza del luogo. 
E' stato un viaggio che mi ha lasciato qualcosa dentro, come tutti d'altronde, ma questo ancora di più. Un viaggio soprattutto riflessivo, sono stati tanti i momenti in cui mi sono fermato a riflettere, a pensare alla fortuna che abbiamo di guardare con i nostri occhi le bellezze che ci offre il nostro pianeta. Quando si visita un paese come la Norvegia, ciò che rimane dentro non può lasciarti indifferente. Troppe cose diverse rispetto a noi, che colpirebbero anche un semplice bambino. Sarebbe banale fare come esempio il rispetto che c'è, da parte degli automobilisti, di fermarsi ad ogni attraversamento pedonale e stare lì anche minuti, non cominciando a sbraitare come succede da noi. Sarebbe banale, ma non lo è. Non lo è perché sono da queste piccole cose che si capisce la cultura, la tradizione di un popolo che ha fatto del rispetto il suo diktat. Non solo rispetto verso gli altri, ma soprattutto verso l'ambienteL'ambiente, quello che noi stiamo trascurando in maniera scellerata, in Norvegia è il vero protagonista. 
Paesaggi incontaminati, di rara bellezza, difficile da spiegare. 
Ma adesso torniamo al motivo per cui ho scritto questo post: il Bryggen

sabato 6 settembre 2014

La Cascata delle Marmore


Già da tempo avevo in programma una visita alla Cascata delle Marmore, infatti ne ho sempre sentito parlare bene per la sua bellezza. L'occasione mi si è materializzata qualche mese fa, in una giornata pienamente estiva, e l'ho colta subito al volo! Per chi non lo sapesse la Cascata delle Marmore si trova vicino Terni (anche chiamata la "Città degli innamorati" poiché il patrono, San Valentino, qui vi è nato e diventato vescovo). 

sabato 9 agosto 2014

Il mare color smeraldo della Toscana


Le vacanze sono entrate nel vivo! 
Aggiungo: finalmente! E' stato un mese abbastanza faticoso: tra gli esami all'università , impegni vari e un tempo che non ha proprio aiutato [viste le frequenti piogge]. Oggi riprendo a scrivere sul blog, infatti sono appena tornato da una settimana passata in Toscana, più precisamente a Marina di Grosseto, a pochi km da Castiglione della Pescaia
Una zona, devo ammettere, veramente molto bella, dove natura e mare si fondono in un'unica cosa. 

venerdì 20 giugno 2014

National Geographic e "La Grande Avventura"

National Geographic nel 2013 ha inaugurato una mostra fotografica in occasione dei suoi 125 anni al Palazzo delle Esposizioni a Roma. 
La mostra, chiamata "La Grande Avventura", ripercorre attraverso un percorso cronologico la storia di questa famosa rivista da quel lontano 1888 quando un gruppo di 33 persone tra esploratori e scienziati si riunirono a Washington, precisamente al Cosmos Club, per "migliorare e diffondere le conoscenze geografiche". Da quel momento nacque la "National Geographic Society" e pochi avrebbero mai pensato che sarebbe diventata una delle maggiori istituzioni scientifiche ed educative al mondo.
Prima fotografia pubblicata sulla rivista di National Geographic.
(Foto dal web)

giovedì 12 giugno 2014

Burro d'Arachidi (Peanut Butter)

Ciao a tutti :) in questo periodo gli esami mi sommergono, non ho un minuto neanche per respirare e non so se ne uscirò vivo. Oggi voglio riprendere la mia rubrica "Food", che per un po' di tempo non ho potuto aggiornare, proponendovi una ricetta molto veloce, anzi una crema tipica americana.. Sto parlando del "Peanut Butter". In realtà mi ha sempre affascinato, più che altro perché nei film a stelle e strisce c'è sempre tempo per farsi un sandwich al burro d'arachidi, e si vedono sagome più o meno corpulente indaffarate a prepararsi un buon panino! Spinto dalla curiosità, ma anche dal fatto di non averlo mai assaggiato, mi sono cimentato nella sua preparazione che devo dire essere molto veloce e semplice. Il burro d'arachidi non ha un suo "momento della giornata" in cui viene consumato ma si gusta a tutte le ore, a colazione o al pomeriggio, preferibilmente accompagnato con qualche confettura. 





  • 250 gr di arachidi
  • 2 cucchiai di olio di semi di arachidi
  • un cucchiaino di miele
  • un "pizzico" di zucchero di canna





martedì 3 giugno 2014

Bergen e il Monte Floyen


La seconda tappa del mio viaggio in Norvegia è stata Bergen, una delle città più belle del mondo. Bergen ha una storia tutta sua: capitale della Norvegia tra il XII e il XIII secolo, fu la sede principale all'estero della Lega Anseatica che mise le proprie basi nel quartiere Bryggen (oggi patrimonio dell'UNESCO). Questo fu dominato dai mercanti tedeschi per oltre 400 anni, una comunità molto unita che non poteva legarsi in alcun modo e mettere famiglia con i norvegesi del posto. Una tradizione marinara che si fonde con la bellezza di questa piccola cittadina. Se avrete modo di visitare questa piccola città di certo non vi deluderà, infatti la sua bellezza risiede nel porto, nel Bryggen, ma anche nelle tante vie acciottolate che si inerpicano dietro la stazione della funicolare Fløibanen. 
Proprio da qui voglio iniziare. 

venerdì 2 maggio 2014

Museo delle Navi Vichinghe (Vikingskipshuset)



La penisola di Bygdøy dista pochi chilometri dal centro di Oslo, nonostante ciò conserva ancora un'atmosfera del tutto rurale che dona al contesto un non so che di affascinante! Per raggiungere questa parte della città si può prendere il traghetto n.91 (attivo dai primi di aprile all'inizio di ottobre); in alternativa, come nel mio caso, basta prendere l'autobus n.30 che parte vicino a Oslo S (la stazione ferroviaria della città). Noterete come il paesaggio cambierà radicalmente, proiettandovi nella zona residenziale della città e, a mio avviso, anche la parte più bella.. Con le classiche case norvegesi; anche per questo si trova qui la residenza reale estiva ed è la zona in cui vivono le persone più abbienti. Detto questo, a Bygdoy vi sono 3/4 musei veramente interessanti e oggi voglio focalizzare la mia attenzione su quello, forse, più interessante!

martedì 15 aprile 2014

Oslo: città che stupisce!


Ho sempre ricevuto pareri negativi su Oslo. 
"Non c'è niente di che..", "A me non è piaciuta".. sono solo alcune delle frasi che ho sentito prima di partire e anche navigando su internet, qualche giorno prima della partenza, ho trovato molti pareri contrastanti che se da una parte hanno ridotto sensibilmente le mie aspettative su questa città, dall'altra hanno fatto accrescere la mia curiosità nel visitarla. Sono sempre stato del parere che per poter dare un'opinione bisogna innanzitutto visitare la città cogliendone gli aspetti positivi e negativi. 
Solo adesso, infatti, posso dire che Oslo mi ha veramente stupito

lunedì 31 marzo 2014

I Paesaggi Incontaminati della Norvegia..

Ho sempre sognato di visitare i Paesi Scandinavi, li ho sempre visti diversi da noi.. Da un punto di vista geografico siamo l'uno l'opposto dell'altro: loro a Nord dell'Europa, noi a Sud. Una settimana fa sono tornato da uno dei viaggi di cui farò sempre tesoro, un viaggio a tratti emozionante che mi ha dato molto. 
Paesaggi incontaminati, puri, che si ripetono in un susseguirsi di insenature rocciose che fanno della Norvegia un Paese unico! Questo è il primo post di una lunga serie in cui cercherò di farvi vedere con i miei occhi ciò che la natura è riuscita a creare, di farvi vedere una cultura a tratti molto diversa dalla nostra che conserva al suo interno le tradizioni di un popolo che, seppur buttando un occhio al passato, pensa senza fermarsi al futuro. 
Un esempio è Oslo, una città di cui non mi avevano parlato benissimo, ma che invece sono riuscito ad apprezzare molto: piccola, affascinante, moderna! Non mi è dispiaciuta, anzi! 

Mi sono dilungato già troppo, adesso vorrei far parlare per me alcune foto scattate durante il viaggio in treno che da Oslo mi ha portato a Bergen. 

sabato 15 marzo 2014

#Parigi da "mangiare" con gli occhi

Di Parigi ho parlato in lungo e in largo, è una città che mi ha affascinato fin dal primo istante, non solo  dal punto di vista culturale, ma soprattutto per l'aria che si respira.. E' un po' come se mi sentissi a casa. Allora oggi voglio ripercorrere, con alcune istantanee, gli angoli più suggestivi che dovete assolutamente vedere! Sarà un post un po' diverso, saranno le immagini a parlare.. A Parigi bisogna "mangiare" con gli occhi le bellezze che ci si propongono davanti.. Non basterebbe una settimana per dire di aver visto tutto!

giovedì 27 febbraio 2014

La Città che Muore


Ciao a tutti! Dopo un mese di assenza dal blog, finalmente sono tornato a scrivere. La sessione di esami è sempre molto stressante, non si ha mai un attimo di pausa e quindi il mio blog ne ha  inevitabilmente risentito! 
Ma eccomi qui.. Oggi voglio parlarvi di un piccolo borgo che mi ha molto colpito e allo stesso tempo intrigato. 
Nella provincia di Viterbo si trova Civita di Bagnoregio, che ho avuto modo di scoprire e visitare nel periodo di Capodanno. E' stata una piacevolissima sorpresa perché non è il solito borgo, ha una caratteristica unica: sorge su un terreno molto precario, fatto di argilla, soggetto ad una continua erosione cominciata milioni di anni fa e non ancora finita.

lunedì 27 gennaio 2014

Il Museo Ebraico di Praga: un tuffo nella storia..


Oggi è la giornata della memoria
Oggi viene ricordato cosa ha potuto fare l'uomo su altri uomini.
E' uno di quei giorni in cui si riflette, ci si chiede: "Ma come è possibile che sia successa una cosa del genere?"; sono tante le domande, poche le risposte! 
La storia non si può dimenticare, va ricordata.
Qualche anno fa sono stato ad Amsterdam e purtroppo non sono riuscito a visitare la casa di Anna Frank poiché la fila per comprare il biglietto è simile ad un serpentone molto lungo, quindi vi consiglio di comprarlo su internet prima di partire: risparmierete un bel po' di tempo!
In questo giorno, però, la mia mente ripercorre quei momenti in cui, a Luglio, ho visitato Praga, una città che mi ha colpito molto, in particolare quando ho visitato il Museo Ebraico

venerdì 10 gennaio 2014

La Campagna Viterbese: un Capodanno Perfetto!


Amo viaggiare
Amo la natura, ma soprattutto, stare al contatto con essa.
Amo scoprire il mondo.
In particolare, amo passare gli ultimi giorni dell'anno in compagnia degli amici di sempre, tra una mangiata e l'altra, con tanto divertimento e tante risate
Proprio per questo insieme ad un gruppo di amici abbiamo passato Capodanno in un casale tutto per noi, vicino Viterbo, completamente immerso nella natura! 
E quando dico "immerso" intendo che non c'era proprio nulla vicino a noi! A farci compagnia tanti asinelli che rendevano il paesaggio ancora più "di campagna" dove aria pulita e verde si fondevano in un mix perfetto.

domenica 5 gennaio 2014

Travel Dreams 2014: le mete chiuse in un cassetto!

Quando inizia un nuovo anno ognuno di noi ha dei buoni propositi, infatti cerchiamo di iniziare l'anno nuovo nel migliore dei modi! 
Per me è stato un 2013 pieno di soddisfazioni, ricco di viaggi, di nuovi posti che ho visitato e che hanno accresciuto notevolmente il mio bagaglio culturale. La mia fame di viaggio ci sarà sempre, quando torno da un viaggio ne devo organizzare subito un altro! E' stato un anno in cui sono cresciuto anche mentalmente, ponendomi in alcune situazioni in modo diverso rispetto a prima.  E allora tra le varie liste che si fanno a inizio anno, oggi voglio fare una lista "particolare" partecipando ad una iniziativa promossa dal sito di Farah: #Traveldreams2014 ovvero stilare una lista di quelle mete da sogno che si vorrebbero visitare nel 2014. Per condividere le proprie mete da sogno lo si può fare in un post su Facebook, oppure sotto una foto di Instagram e, come nel mio caso, scrivendo un articolo sul proprio blog. Per quanto mi riguarda stilare una wishlist è molo complicato, anche perché vorrei visitare ogni angolo del nostro Pianeta, vorrei saziarmi gli occhi di tutti i colori, le tradizioni, le culture che popolano la nostra Terra. Ma, dato che sognare non costa nulla, scriverò tre mete che vorrei visitare durante questo anno:

Golden Gate Bridge (San Francisco)

Ultimi Post