Follow Us

lunedì 27 gennaio 2014

Il Museo Ebraico di Praga: un tuffo nella storia..


Oggi è la giornata della memoria
Oggi viene ricordato cosa ha potuto fare l'uomo su altri uomini.
E' uno di quei giorni in cui si riflette, ci si chiede: "Ma come è possibile che sia successa una cosa del genere?"; sono tante le domande, poche le risposte! 
La storia non si può dimenticare, va ricordata.
Qualche anno fa sono stato ad Amsterdam e purtroppo non sono riuscito a visitare la casa di Anna Frank poiché la fila per comprare il biglietto è simile ad un serpentone molto lungo, quindi vi consiglio di comprarlo su internet prima di partire: risparmierete un bel po' di tempo!
In questo giorno, però, la mia mente ripercorre quei momenti in cui, a Luglio, ho visitato Praga, una città che mi ha colpito molto, in particolare quando ho visitato il Museo Ebraico


Durante la Seconda Guerra Mondiale, i nazisti presero in gestione il Museo Ebraico di Praga, fondato nel 1906, per preservare i manufatti provenienti dalle sinagoghe demolite, la loro intenzione era, infatti, quella di creare un "museo di razza estinta"
Il museo consiste in sei monumenti tutti all'interno del quartiere Josefov: la Sinagoga Spagnola, la Sinagoga Maisel, la Sinagoga Pinkas, la Sinagoga Klaus, la Sala Cerimoniale e per ultimo, ma non per importanza, l'Antico Cimitero Ebraico
Purtroppo all'interno delle sinagoghe non si possono scattare le foto, ed è un vero peccato vista la loro bellezza interna. 
L'entrata al museo è consentita da diversi accessi: il nostro percorso comincerà dalla Sinagoga Pinkas, una sinagoga dal grande impatto visivo.. Infatti sulle pareti troviamo scritti i nomi, le date di nascita e le date di scomparsa delle 77.297 vittime ceche del nazismo. Cominciare questo percorso da qui ti fa subito capire la grande importanza di questo museo, si viene attratti da queste pareti così intrinseche di nomi, uno dietro l'altro. Al piano superiore della sinagoga si entra in una delle stanze più toccanti: una raccolta di disegni dei bambini ebrei deportati nel campo di concentramento di Terezin, difficile spiegare le sensazioni che si provano vedendo questi disegni, all'interno della piccola sala c'è un estremo silenzio, in segno di rispetto per quei bambini che tra "uomini neri" e qualche arcobaleno sull'orizzonte erano del tutto ignari della situazione in cui stavano vivendo.

Usciti dalla Sinagoga Pinkas si entra nel famoso Cimitero Ebraico, il più antico cimitero ebraico in Europa. Conta circa 12.000 lapidi, é completamente abbandonato, ma è uno dei siti più visitati di Praga. Le tombe più importanti si trovano all'ingresso, invece la la lapide più antica é quella di Avigdor Karo, poeta e capo rabbino di corte di Venceslao.
Infine, usciti dal cimitero, infondo alla via si innalza la Sinagoga Vecchio-Nuova, la più antica sinagoga d'Europa ancora in attività. All'interno gli uomini si devono coprire il capo (sono distribuiti yarmulke di carta). 
Costi: L'ingresso costa circa 300 Kc, invece il biglietto cumulativo che comprende tutti i monumenti costa 460 Kc. 
Se siete a Praga non potete perdervi questo quartiere: passerete una mattinata immersi in luoghi pieni di storia. 


9 commenti:

  1. Come è possibile che sia successa una cosa del genere? E come è possibile che succede ancora?
    In ogni caso, anche se sono stato a Praga, questo posto non l'ho visto... foto suggestive as usual :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che mi chiedo anche io! Ma forse certe cose vanno aldilà dell'intelligenza umana.. alcune cose non si possono capire! Grazie miki :)

      Elimina
  2. bellissime foto Fede, come sempre! Io rimango sempre allibita ascoltando i racconti dell'Olocausto, nonostante ne senta parlare da quando andavo a scuola. Eppure è così. Non si dimentica.
    Ed è bene che non ci abituiamo a quello che è stato fatto. Mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manu :) eh già, sono fatti storici che non si dimenticheranno mai.. poi vedere quei disegni ti lascia senza fiato!

      Elimina
  3. ciao, hai scattato delle foto superbe, sulla giornata della memoria sono convinta che bisogna parlarne, perchè ancora si sente di qualcuno che rinnega quello che è successo

    RispondiElimina
  4. Ciao, sono stata a Praga meno di un anno fa e ho visto tutto il quartiere ebraico. Tra l'altro l'albergo in cui ho soggiornato si trovava proprio in questa zona.
    Se passi da me c'è un premio che ti aspetta nel mio ultimo post, a presto!

    Sabry Orecchini e gioielli

    RispondiElimina
  5. Ogni volta mi mangio le mani, perché in gita scolastica (sigh) il quartiere ebraico non ce lo hanno fatto visitare....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Praga è uno dei luoghi più importanti, se ti capiterà di tornarci sai già cosa visitare :)

      Elimina

Fammi sapere cosa ne pensi..
E' sempre importante l'opinione di chi mi legge :)

Ultimi Post